loghi

CONFRONTO TRA CONFESERCENTI E CENTRO IMPIEGO SUI TEMI LEGATI ALLA CORRETTA CRESCITA DELLE IMPRESE ISCRITTE ALL’ENTE BILATERALE DEL TERZIARIO

SI E’ SVOLTO STAMANI IL CONFRONTO TRA CONFESERCENTI E CENTRO IMPIEGO SUI TEMI LEGATI ALLA CORRETTA CRESCITA DELLE IMPRESE ISCRITTE ALL’ENTE BILATERALE DEL TERZIARIO.

 

Si e’ svolta stamani presso la sede del Centro per l’Impiego di Vittoria l’annunciato confronto con il direttore dell’Ispettorato del Lavoro di Ragusa, Giovanni Vindigni, richiesto da Confesercenti e dall’Ente Bilaterale del Terziario, espressione di Confesercenti, finalizzato a fare chiarezza sul ruolo degli organi ispettivi in tema di vigilanza sul rispetto della contrattazione collettiva del lavoro ma essenzialmente sul ruolo degli enti bilaterali in termini di assistenza contrattuale a garanzia delle aziende iscritte.

Erano presenti Riccardo Santamaria, presidente Confesercenti, Massimo Giudice direttore Confesercenti, Tamara Cognata presidente Ente Bilaterale del Terziario, Salvatore Tavolino segretario provinciale della CGIL Filcams, Angelo Gulizia segretario provinciale della UILtucs , Salvatore Scannavino della CISL Fisascat.

Confesercenti, nella persona del suo direttore Massimo Giudice, fa presente che l’avvio del coordinamento unico per le ispezioni aziendali, dovrebbe portare in breve tempo un cambiamento sicuramente positivo in termini di legalità, ma potrebbe trovare impreparate diverse aziende, che andrebbero per il direttore invece seguite ed accompagnate alla corretta applicazione contrattuale, la repressione porta solo morti e feriti, la prevenzione e il miglior strumento educativo e razionale.

Per il presidente dell’Ente Bilaterale, Tamara Cognata, occorre determinare e definire il ruolo che gli enti bilaterali potrebbero assumere in questa delicata fase, considerato che gli enti bilaterali vanno nei rapporti tra le istituzioni e gli organi ispettivi, in questo caso tra uffici del lavoro e le aziende, a tutela del rispetto delle regole. E’ proposta del presidente Ebt, Tamara Cognata, attribuire agli enti bilaterali il naturale compito di asseverare la corretta applicazione dei ccnl, prevedendo un visto di conformità, come già previsto per i contratti di apprendistato, anche in tema di regolarità contrattuale a servizio degli uffici del lavoro ma a tutela e garanzia delle aziende aderenti.

Il direttore Vindigni ascoltate le parti, considerate le tematiche trattate di ampio interesse, ha proposto un tavolo di concertazione aperto agli enti bilaterali del ragusano, alle associazioni di categoria datoriale e ad una rappresentanza  dei consulenti del lavoro al fine di predisporre un documento unico, un protocollo di intesa che individui delle misure condivise nel rispetto delle regole, tale a chiarire il ruolo degli enti bilaterali in ambito di corretta applicazione dei contratti.

Su iniziativa di Confesercenti verranno trasmessi agli uffici del lavoro le aziende iscritte ad oggi all’ente bilaterale, iniziando da questo incontro, in piena trasparenza, un percorso finalizzato a tracciare un collegamento tra gli enti bilaterali e gli uffici del lavoro.

27 maggio 2016
ufficio stampa

Carmelo Saccone